martedì, Ottobre 20, 2020

Cominetti a Bologna

Giuseppe Cominetti, talento pittorico straordinario formatosi fra Torino, Genova e Parigi, fu una delle personalità più interessanti della seconda generazione del Divisionismo.

Ma la sua esperienza artistica non si limita al Divisionismo: durante la Prima Guerra Mondiale fu disegnatore di guerra, sui campi di battaglia. Di questo tragico vissuto ci resta un corpus di disegni di grande valore, oggi conservati e tutelati dall’Archivio Giuseppe Cominetti di Torino.

Il furore degli attacchi di cavalleria, lo strazio delle esplosioni dei gas, il caos delle ritirate fra le mine, l’orrore dei bombardamenti aerei, il doloroso sconforto della veglia ai commilitoni feriti, la mesta rassegnazione degli sfollati. Nei disegni di guerra di Giuseppe Cominetti c’è tutto questo, fissato su fogli di carta sgualcita col segno spoglio e tenace del carbone grasso. L’arte al servizio della memoria, sola voce capace di raccontare il dramma di una guerra disumana e unico viatico di redenzione e salvezza.

Nel centesimo anniversario della fine del primo conflitto mondiale, l’eco e le immagini del fronte tornano vivide e potenti attraverso l’arte di uno dei maggiori pittori piemontesi del primo Novecento.

Bologna, presso la sede di Banca Patrimoni Sella & C.

Altri contenuti

Bernulia Caffè

Sogni e segni in un caffè Mostra di Giulia Bernardelli - Bernulia a cura di Daniela Magnetti Via Teofilo Rossi  30 maggio - 13 giugno 2018   In occasione di...

Spostamento della statua Quintino Sella

Quintino Sella torna al Politecnico di Torino in occasione dei 160 anni dalla sua fondazione, di cui fu un promotore con il nome di...

Gerolamo Giovenone, un capolavoro ritrovato

Pinacoteca Albertina di Torino, 7 febbraio-25 febbraio 2018 Museo Borgogna di Vercelli, 10 marzo-1 luglio 2018 Inaugurazione alla Pinacoteca Albertina 6 febbraio alle 18,30 Anteprima stampa alle...

Cominetti a Bologna

Giuseppe Cominetti, talento pittorico straordinario formatosi fra Torino, Genova e Parigi, fu una delle personalità più interessanti della seconda generazione del Divisionismo. Ma la sua...