martedì, Dicembre 1, 2020

Un quadro al mese: l’arte in ospedale per la salute di medici e infermieri

Secondo appuntamento per “Un quadro al mese” l’iniziativa di Banca Patrimoni Sella & C., realizzata in collaborazione con ASL Città di Torino, a sostegno degli operatori sanitari impegnati sul fronte complesso della sanità.

Il progetto

Il progetto, realizzato all’interno del Covid Hospital OGR di Torino, prevede l’allestimento di un corner che ogni mese accoglie un’opera d’arte proveniente da collezioni di Fondazioni, Archivi o raccolte private che, a titolo gratuito, hanno acconsentito a mettere a disposizione un proprio dipinto.

Il personale sanitario può godere dell’opera d’arte esposta e lasciare un commento in forma scritta sui pannelli apposti accanto all’opera. Fruizione visiva e fisica, ma anche digitale: l’hashtag #unquadroalmese consente infatti di riportare su Instagram foto dell’opera e commenti di chi ne fruisce. Completa l’esperienza un QR Code grazie al quale è possibile visualizzare sul proprio smartphone il video con l’illustrazione tecnica dell’opera.

L’opera del mese

22 Giugno – 22 Luglio 2020

La seconda opera scelta per il progetto Un quadro al mese è Venus (Nascita di Venere) realizzata dall’artista Giuseppe Cominetti nel 1913. Il grande dipinto della “Venere” è uno dei capolavori di Giuseppe Cominetti. Realizzato a Parigi nel 1913, il tema del nudo femminile viene rievocato in questa tela ispirandosi alla tradizione letteraria e mitologica della nascita di Venere, emblema della bellezza e dell’amore. L’ispirazione simbolista, legata all’omonimo movimento artistico e letterario nato a Parigi nell’ultimo quarto del XIX secolo, è fondamentale nella definizione di questa tela, tanto nella scelta del soggetto quanto nella resa iconografica. Il corpo allungato, l’elevazione delle braccia in un movimento che sembra evocare un gesto di danza, la delicatezza e il chiarore dei toni fanno apparire la dea così fresca e splendente che sembra la continuazione delle spume del mare. La leggerezza e l’evanescenza dell’apparizione è scomposta da Cominetti in una tecnica stilistica capace di frantumare il colore, facendo perdere al profilo delle forme la linearità e la consistenza corporea.
Si tratta di una personalissima interpretazione della lezione divisionista di Segantini, Pellizza e Previati che Cominetti restituisce con il timbro della propria individualità e in dialogo con l’ambiente culturale parigino e internazionale del tempo.
Un capolavoro, dunque, sospeso fra simbolismo e divisionismo, altamente rappresentativo della migliore produzione di Giuseppe Cominetti.

Giuseppe Cominetti (1882-1930) Venus (Nascita di Venere), Parigi, 1913 Olio su tela, 196x134cm. Archivio Giuseppe Cominetti

Il progetto è realizzato in collaborazione con ArtDefender, Farart, Modo Eventi, Sella Broker, Just Goat Art Media Studio.

Altri contenuti

Un quadro al mese: arte per la salute

Il progetto L'arte come veicolo di salute mentale e fisica: è la visione che ispira e sottende il progetto "Un quadro al mese", promosso...

#ArtForReal 2.1 – L’Adorazione di Giovenone (I cartoni preparatori)

Art For Real Arte e cultura del valore patrimoniale Un format che racconta le dimensioni del valore - sociale ed economico - connesse all'arte e che...

Battistello Caracciolo ai Musei Reali

Dedicata al capolavoro di Battistello Caracciolo Qui vult venire post me - ricordato anche come il Cristo e il Cireneo o Cristo porta Croce,...

#ArtForReal 3 – “VADO E VENGO” di Carlo Gloria (Intervista all’Autore)

Palazzo Bricherasio torna protagonista sulla scena dell'arte contemporanea. Il noto artista torinese Carlo Gloria, che aveva tenuto una mostra personale a Palazzo Bricherasio nel...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

18 − 9 =